Mousse e monoporzioni

Si parla di mousse quando ci si riferisce ad un dessert spumoso e leggero. Dal francese il significato è proprio “schiuma”  e gli ingredienti necessari per produrla sono panna, cioccolato e pâte à bombe.

Questo dolce è una sopraffina caratteristica di Articioc e Leonardo Gramegna ha importato l’esperienza acquisita in Belgio per farne un bagaglio goloso per chiunque possa assaporarne il risultato finale.

Per le festività si gradiranno le edizioni limitate, ma le tipologie in seguito riportate sono sempre presenti e di diverse dimensioni.

  • La classica: mousse al cioccolato monorigine del Madagascar di gusto tondo e morbido con pan di Spagna al profumo di zenzero e fondo croccante (senza glutine).
  • La sogno d’amore: bavarese alla vaniglia del Madagascar, gelatina al moscato, cremoso al tè nero alle rose e biscotto soffice con farina di mandorle (senza glutine)
  • La ying  yang: mousse al cioccolato Uganda molto intenso, mousse al cioccolato bianco, pan di Spagna al profumo di caffè e fondo croccante (senza glutine).
  • La Eolo: mousse al cioccolato Perù con tendenze fruttate, cremoso al lampone, frutti rossi e biscotto soffice al cacao con farina di mandorle  (senza glutine).
  • La rosa del vento: mousse al cioccolato Sao Tomè con una buona acidità, cremoso al tè nero alla rosa e biscotto soffice con farina di mandorle (senza glutine).

Con i medesimi ingredienti si possono scegliere  monoporzioni o bicchierini, eleganti e golosi desserts per ogni occasione.